tredy.com  
prenota
 
ricerca | AIUTO private Aggiungi la Tua Struttura

Appartamenti a Sorrento, Costiera Amalfitana e Positano per la Tua Vacanza

English   Italiano   Deutsch   Francaise

 
 
dal
     
dal al
     
al
 
  • Siete in: Home » musei » CHIESA DI SAN GENNARO - DUOMO (Napoli)

CHIESA DI SAN GENNARO - DUOMO (Napoli)

CHIESA DI SAN GENNARO - DUOMO  (Napoli)

Il Duomo di Napoli fu eretto all fine del XIII secolo per volere del re Carlo I d’Agiò sulla già esistente cattedrale di Santa Stefania (V secolo), sulla preziosa cappella di Santa Restituta (la più antica basilica di Napoli), e sul Battistero (risalente alla seconda metà del V secolo).
Inoltre, nella terza cappella sulla navata destra si apre la cappella del Tesoro di San Gennaro.

LA CAPPELLA DI SAN GENNARO

San Gennaro fu il vescovo di Benevento, e venne fatto decapitare presso la Solfatara di Pozzuoli nel 305 durante la persecuzione voluta dall’imperatore Diocleziano.
Venne sepolto in una località denominata Marciano, nei pressi del luogo del martirio, lungo la via collinare che collegava Pozzuoli a Napoli. Il vescovo di Napoli Giovanni I il 13 aprile di un anno imprecisato tra il 413 e il 431 trasferì il corpo del martire nella catacomba napoletana che già custodiva la tomba del Santo vescovo Agrippino, che resse la Chiesa di Napoli nel III secolo. La cripta del martire divenne centro di un culto assai vivo, che si diffuse rapidamente da Napoli in tutta l’Italia, raggiungendo l’Africa, l’Inghilterra e addirittura l’Oriente. Intorno all’anno 831 il principe longobardo di Benevento Sicone, cinse d’assedio Napoli, penetrò poi nella catacomba extraurbana trafugando le ossa di San Gennaro e trasportandole solennemente a Benevento come spoglia di guerra per deporle nella Cattedrale di Santa Maria di Gerusalemme.
Da Benevento, in epoca imprecisata, probabilmente a causa delle frequenti scorrerie militari che si verificarono in Campania tra il XII e il XIII secolo, le ossa furono trasferite nel Monastero di Montevergine e dimenticate. Furono rinvenute nel 1480 sotto l’altare maggiore della basilica abbaziale dal figlio di Ferdinando I Giovan Cardinal D’Aragona che decretò dovessero essere restituite immediatamente alla città di Napoli. L’arcivescovo napoletano Alessandro Carafa, dopo lunghe trattative con il papato, poté riportarle a Napoli nel 1497, deponendole nell’ipogeo della cattedrale detto Succorpo costruito da suo fratello il Cardinale Oliviero Carafa. Si conservano comunque ancora due ampolle con una reliquia del sangue del santo martire. Il reliquiario era conservato con grande devozione nella cappella del Tesoro Vecchio della cattedrale. Di là partì la processione del 17 agosto 1389, nel corso della quale per la prima volta avvenne il fenomeno della liquefazione del sangue, poi costantemente documentato nelle ricorrenze consuete del santo patrono: il 19 settembre, memoria del martirio; il sabato precedente la prima domenica di maggio in ricordo della traslazione delle reliquie; il 16 dicembre, festa del patrocinio sulla città e sull’arcidiocesi.
Ancora oggi, nei suindicati tre giorni all’anno il sangue del santo martire si liquefa, attraendo nella cappella e nel duomo tutto innumerevoli credenti.

 
archivio musei
MAPPA D'ITALIA
cartina italia
Abruzzo
Calabria
Emilia Romagna
Lazio
Lombardia
Molise
Puglia
Sicilia
Trentino A. Adige
Valle d'Aosta
Basilicata
Campania
Friuli V. Giulia
Liguria
Marche
Piemonte
Sardegna
Toscana
Umbria
Veneto
AREA RISERVATA
STRUTTURE RICETTIVE
strutture Login
Aggiungi la Tua Struttura
AGENZIE DI VIAGGIO
Agenzie di viaggio Login
Affiliazione
SITI WEB
website Login
Affilia il tuo sito web

BENVENUTI IN TREDY
RICETTA ITALIANA DEL GIORNO
TRENETTE AL PESTO - Pasta - Specialità della Liguria
TRENETTE AL PESTO - Pasta - Specialità della Liguria

In una grossa pentola far cuocere le patate con acqua e sale, quando saranno quasi cotte aggiungere i fagiolini. Nel frattempo frullare insieme il basilico, il parmigiano, i pinoli, uno spi ... continua

Vai alle ricette italiane
MUSEO DEL GIORNO
GALLERIA NAZIONALE DELL'UMBRIA - Perugia
GALLERIA NAZIONALE DELL'UMBRIA - Perugia

La Galleria nazionale dell'Umbria (situata al terzo piano di Palazzo dei Priori, in corso Vannucci, a Perugia) contiene la maggiore raccolta di opere (dai dipinti alle sculture, dalle oreficer ... continua

Vai ai musei d'Italia
ascolta l'intervista di tredy.com su radio24
LE DESTINAZIONI PIÚ RICHIESTE
Alessandria, Altopiano Delle Rocche, Aosta, Assisi, Asti, Bari, Brescia, Capo Vaticano, Capri, Catanzaro, Chianti, Cilento, Cinque Terre, Costa Delle Marche, Costiera Amalfitana, Dolomiti, Elba, Firenze, Gargano, Ischia, Isole Egadi, Isole Eolie, Lago Di Como, Lago Di Garda, Langhe Piemonte, Lecce, Lucca, Lunigiana, Macerata, Mantova, Maremma Toscana, Monferrato, Montepulciano, Napoli, Perugia, Pesaro Urbino, Pisa, Pistoia, Positano, Prato, Procida, Riviera Adriatica, Riviera Dei Fiori, Riviera Del Conero, Riviera Delle Palme, Roma, Salento, Salerno, San Gimignano, Sardegna, Sicilia, Siena, Sorrento, Terni, Torino, Treviso, Val Gandino, Valtiberina Toscana, Veneto, Venezia, Viterbo
Utenti affiliati | Amministrazione | Pwd | Chi siamo | Regioni | Gallerie fotografiche | Mappa del sito