tredy.com  
prenota
 
ricerca | AIUTO private Aggiungi la Tua Struttura

Appartamenti a Sorrento, Costiera Amalfitana e Positano per la Tua Vacanza

English   Italiano   Deutsch   Francaise

 
 
dal
     
dal al
     
al
 
  • Siete in: Home » musei » IL MUSEO DI CAPODIMONTE - Napoli -

IL MUSEO DI CAPODIMONTE - Napoli -

IL MUSEO DI CAPODIMONTE - Napoli -

La costruzione del Palazzo Reale di Capodimonte inizia nel 1738 per volere del re di Napoli Carlo di Borbone nella zona collinare a nord della città. L’edificio consente al nuovo sovrano di far coincidere la sua intensa passione per la caccia, assecondata dalla ridente vegetazione della collina di Capodimonte, all’esigenza di trovare una sede adeguata all’immenso patrimonio artistico ereditato dalla madre, Elisabetta Farnese, ultima discendente di una delle famiglie più prestigiose del Rinsascimento italiano.

La prima pietra viene posta nel 1738. I lavori però procedono a rilento. Soltanto nel 1758, Carlo di Borbone può collocare nella nuova residenza reale l’imponente raccolta d’arte di famiglia. Nel 1742 l’architetto Ferdinando Sanfelice inizia la sistemazione del bosco. Alcuni edifici esistenti sono restaurati e trasformati nella sede delle fabbriche reali, tra cui va ricordata quella delle porcellane, celebre in tutto il mondo. Nella seconda metà del XVIII secolo, in linea con i nuovi sviluppi della museografia illuminista, comincia a farsi strada nella mente dei Borbone l’idea di realizzare un Museo Generale in grado di raggruppare tutti gli oggetti d’arte di proprietà della Corona. Il trasferimento delle collezioni d’arte avviene durante il decennio francese (1806- 1815). Per la reggia di Capodimonte si aprono nuovi scenari: diviene teatro privilegiato di eventi mondani e cerimonie sontuose. Il ritorno dei Borbone sul trono di Napoli conferma la destinazione residenziale dell’edificio. Con l’Unità d’Italia, sotto la guida di Annibale Sacco, alcuni ambienti del piano nobile vengono destinati a sede di una galleria di pittori e scultori contemporanei.

Capodimonte, insomma, ripropone la sua duplice funzione di reggia-museo: è residenza, fin dopo il secondo conflitto mondiale, dei Duchi d’Aosta e ospita contemporaneamente, nelle sale al piano nobile, dipinti e suppellettili, oggetti d’arte e d’arredo provenienti dai siti reali borbonici soppressi, tra cui i pannelli in porcellana che rivestivano le pareti del boudoir della regina Maria Amalia di Sassonia nella Reggia di Portici. Nel 1950, si decide di ripristinare la piena ed esclusiva funzione di Museo. Ritornano sulla collina di Capodimonte le collezioni d'arte medioevale e moderna dal Museo Nazionale. Oltre alla collezione Farnese oggi è possibile ammirare opere straordinarie provenienti dalle chiese napoletane e meridionali (Simone Martini, Colantonio, Caravaggio) e altre acquisizioni prestigiose, come le collezioni Borgia e D’Avalos. Al primo piano è possibile visitare l’Appartamento Reale con le manifatture borboniche, tra cui le celebri porcellane. Al secondo e al terzo livello ci sono la Galleria Napoletana e le sezioni dell’Ottocento e dell’arte contemporanea.

 
archivio musei
MAPPA D'ITALIA
cartina italia
Abruzzo
Calabria
Emilia Romagna
Lazio
Lombardia
Molise
Puglia
Sicilia
Trentino A. Adige
Valle d'Aosta
Basilicata
Campania
Friuli V. Giulia
Liguria
Marche
Piemonte
Sardegna
Toscana
Umbria
Veneto
AREA RISERVATA
STRUTTURE RICETTIVE
strutture Login
Aggiungi la Tua Struttura
AGENZIE DI VIAGGIO
Agenzie di viaggio Login
Affiliazione
SITI WEB
website Login
Affilia il tuo sito web

BENVENUTI IN TREDY
RICETTA ITALIANA DEL GIORNO
MALLOREDDUS  - Specialità della Sardegna
MALLOREDDUS - Specialità della Sardegna

Setacciate la farina sulla spianatoia con un pizzico di sale ed impastatela vigorosamente con l'acqua tipedida, fino ad ottenere un impasto liscio e sodo. Avvolgete l'impasto in una pellico ... continua

Vai alle ricette italiane
MUSEO DEL GIORNO
MUSEO CIVICO GIOVANNI FATTORI - Livorno
MUSEO CIVICO GIOVANNI FATTORI - Livorno

Il Museo Giovanni Fattori trae le sue origini nel 1877 quando il Comune di Livorno istituì una Pinacoteca Civica destinata a custodire gli oggetti d'arte raccolti dall'Amministrazione e conservati in ... continua

Vai ai musei d'Italia
ascolta l'intervista di tredy.com su radio24
LE DESTINAZIONI PIÚ RICHIESTE
Alessandria, Altopiano Delle Rocche, Aosta, Assisi, Asti, Bari, Brescia, Capo Vaticano, Capri, Catanzaro, Chianti, Cilento, Cinque Terre, Costa Delle Marche, Costiera Amalfitana, Dolomiti, Elba, Firenze, Gargano, Ischia, Isole Egadi, Isole Eolie, Lago Di Como, Lago Di Garda, Langhe Piemonte, Lecce, Lucca, Lunigiana, Macerata, Mantova, Maremma Toscana, Monferrato, Montepulciano, Napoli, Perugia, Pesaro Urbino, Pisa, Pistoia, Positano, Prato, Procida, Riviera Adriatica, Riviera Dei Fiori, Riviera Del Conero, Riviera Delle Palme, Roma, Salento, Salerno, San Gimignano, Sardegna, Sicilia, Siena, Sorrento, Terni, Torino, Treviso, Val Gandino, Valtiberina Toscana, Veneto, Venezia, Viterbo
Utenti affiliati | Amministrazione | Pwd | Chi siamo | Regioni | Gallerie fotografiche | Mappa del sito